Registrazione Contratto di Locazione o Affitto 2018

Stipulare un contratto di locazione è un’operazione che richiede il possesso e la presentazione di alcuni specifici documenti e che si conclude con la procedura di registrazione contratto di locazione all’Agenzia delle Entrate, per regolarizzare l’affitto stesso (in realtà vi è differenza tra affitto e locazione, ma non ci soffermeremo ora su questa differenza, essendo trattata specificatamente in un apposito articolo).




REGISTRAZIONE CONTRATTO DI LOCAZIONE

 

La firma del contratto di locazione (o affitto)

I documenti richiesti per effettuare la stipula e successiva registrazione del contratto di locazione differiscono a seconda che riguardino a locatore (proprietario) e conduttore (inquilino).

Vediamo innanzitutto i documenti richiesti al locatore:
– Una copia della carta di identità e del codice fiscale, in corso di validità
– Una piantina dell’appartamento oggetto della locazione
– Una copia dell’atto di acquisto e/o della visura catastale
L’attestato di certificazione energetica

Questi invece sono i documenti richiesti al conduttore:
– Una copia della carta di identità e del codice fiscale, in corso di validità
– Una copia delle due ultime buste paga e una copia del CUD (in caso di lavoratore dipendente) o una copia dell’ultimo modello UNICO e della visura camerale (in caso di lavoratore autonomo)
– Una copia della carta di identità e del codice fiscale, in corso di validità, di eventuali conviventi.

 

Registrazione di un contratto di locazione

La registrazione contratto di locazione (o di affitto) deve essere effettuata entro 30 giorni dalla data di stipula, presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate di competenza, purché il contratto superi i 30 giorni di durata (tendenzialmente non prevista quindi per gli affitti turistici di breve durata).



Nel caso di registrazione cartacea del contratto di locazione, bisognerà presentare allo sportello i seguenti documenti:

Due copie del contratto di locazione, con firme in originale
– La richiesta di registrazione compilata tramite il Modello 69 (scaricabile dal sito dell’Agenzia nella sezione Modulistica a questo indirizzo)
– La ricevuta di pagamento dell’imposta di registro (2% sul canone annuo tramite F24)
– Una marca da bollo da 16 euro per ogni quattro facciate (in ogni caso ogni 100 righe di testo)

Vi è anche la possibilità di effettuare la cosiddetta registrazione contratto di locazione telematica, che, oltre a permettere di registrare il contratto di affitto, consente di pagare immediatamente anche le imposte di bollo e di registro.
A questa funzionalità si può accedere mediante l’intervento di un intermediario, come ad esempio un’Agenzia Immobiliare o un Caf, oppure richiedendo l’abilitazione all’Agenzia delle Entrate (sarà necessario ricorrere all’utilizzo dei software scaricabili dal sito dell’Agenzia delle Entrate, previa registrazione).

A seconda della tipologia di contratto di locazione, bisognerà poi annualmente verificare se necessario il rinnovo/pagamento dell’annualità successiva o proroga, da effettuare mediante le stesse procedure elencate in precedenza, ad esclusione del pagamento della marca da bollo che avviene solo nella prima registrazione.

Nel caso in fase di registrazione contratto di locazione si opti per il regime agevolato della Cedolare Secca, in fase di registrazione di un contratto di locazione, non sarà necessario il pagamento nè dell’imposta di registro nè dell’imposta di bollo.

Summary
Registrazione Contratto di Locazione o Affitto 2018
Article Name
Registrazione Contratto di Locazione o Affitto 2018
Description
Stipulare un contratto di locazione è un’operazione che richiede il possesso e la presentazione di alcuni specifici documenti e che si conclude con la registrazione di un contratto di locazione all'Agenzia delle Entrate, per regolarizzare l’affitto stesso
Author
Publisher Name
Fonte Immoiliare
Publisher Logo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *