Il Ruolo / Albo Agenti Immobiliari nel 2018: facciamo chiarezza!

Affidare la vendita o l’acquisto del proprio immobile ad un agente immobiliare è sicuramente un’ottima idea che ci sentiamo di consigliare, ma per tutela di tutte le parti in causa nella compravendita, è necessario che l’agente immobiliare stesso sia abilitato a svolgere la proprio professione (e purtroppo questo non sempre accade).




L’Albo Agenti Immobiliari (o meglio il ruolo degli agenti d’affari in mediazione) è stato soppresso con una legge del maggio 2010! Questo però non vuol dire che chiunque possa svolgere attività di mediazione, sono comunque necessari dei requisiti! Vediamo di fare chiarezza…

Il Ruolo (albo) degli Agenti Immobiliari nel 2018

Il Ruolo degli agenti di affari in mediazione era un elenco al quale si accedeva tramite esame abilitativo istituito dalla legge n. 39 del 3 febbraio 1989 presso le camere di commercio. Dal 12 maggio 2010, il ruolo è stato soppresso con l’art. 73 del d.lgs. n. 59 del 26 marzo 2010 e non è quindi più necessaria quella che veniva comunemente denominata iscrizione al ruolo.

Rimane però la necessità, al fine di svolgere le attività di cui al capo XI del titolo III del libro IV del codice civile – dei requisiti dettati dall’originaria legge istitutiva del ruolo (la n. 39/1989).
Dalla data di entrata in vigore del Decreto Legislativo non è più quindi possibile richiedere l’iscrizione al Registro Imprese REA per l’attività di agente d’affari in mediazione se non si dimostra il possesso dei requisiti previsti dalla legge 39/89.

Tali requisiti vanno auto certificati e segnalati attraverso una SCIA da destinare alla Camera di Commercio competente, contestualmente all’inizio dell’attività, tramite lo sportello unico per le attività produttive di cui all’articolo 38 della legge n. 133 del 2008 del comune di competenza.

Il ruolo agenti e rappresentanti è dal 12 maggio 2012 definitivamente abolito a seguito dell’entrata in vigore dei decreti del Ministero sviluppo economico del 26 ottobre 2011 (pubblicati in G.U n. 10 del 13 gennaio 20121) che prevedono nuove modalità d’iscrizioni al registro delle imprese e al REA. Il 30 settembre 2013 è scaduto il termine concesso dai decreti ministeriali del 26 novembre 2011 alle imprese iscritte negli ex albi e ruoli che svolgono attività di agente e rappresentanti di commercio e di agente d’affari in mediazione per aggiornare la propria posizione al Registro Imprese e nel Rea. In particolare dall’1 di ottobre 2013 non è più consentito alle persone fisiche (che non hanno una posizione registro imprese, ma sono iscritte nei soppressi ruoli degli agenti e mediatori) di iscriversi nell’apposita sezione REA, in quanto i decreti prevedono espressamente la decadenza da tale possibilità. Tuttavia l’iscrizione nell’ex ruolo può essere utilizzato come requisito per l’avvio dell’attività (sino al 12 maggio 2017 per gli agenti e rappresentanti e sino al 12 maggio 2016 per i mediatori). Gli ‘agenti liberi’ non avendo una precedente iscrizione nel ruolo non possono effettuare l’aggiornamento RI/REA, tuttavia se hanno maturato due anni di attività potranno presentare una SCIA per comprovare i requisiti (anche professionali) e ottenere la qualifica di agente e rappresentante di commercio.



 

I Requisiti dell’agente immobiliare

Vediamo quindi nel dettaglio quali sono i requisiti affinchè un agente immobiliare possa effettuare la SCIA per essere abilitato a svolgere la professione:

Requisiti di massima: maggiore età, cittadinanza italiana o di altro paese UE, ovvero per i cittadini extracomunitari il permesso di soggiorno; possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado; non essere sottoposti a misure antimafia; non essere stati dichiarati falliti con procedura in corso; non essere stati condannati per alcune tipologie di reato (art. 2 della Legge n. 39/89) salvo che non sia intervenuta la riabilitazione.

Requisiti professionali: oltre ad aver conseguito un diploma di scuola secondaria di secondo grado, aver frequentato un corso di formazione ed aver superato un esame diretto ad accertare l’attitudine e la capacità professionale dell’aspirante in relazione al ramo di mediazione prescelto.

Requisiti per le società: possesso in capo a tutti i legali rappresentanti dei requisiti di massima già elencati per le persone fisiche; iscrizione dei singoli legali rappresentanti presso la Camera di Commercio di residenza degli stessi (con accertamento in capo agli stessi di tutti i requisiti di massima e professionali sopraindicati).

Polizza di assicurazione:
Per l’esercizio dell’attività di mediatore deve essere prestata idonea garanzia assicurativa a copertura dei rischi professionali ed a tutela dei clienti. L’ammontare minimo di copertura fissato delle polizze deve essere pari ad:
– euro 260.000,00 per le ditte individuali
– euro 520.000,00 per le società di persone
– euro 1.550.000,00 per le società di capitale




 

Quindi riassumendo, l’albo agenti immobiliari non esiste più, ma esistono comunque dei requisiti (che sono i medesimi di quando il ruolo era attivo) che abilitano alla professione ed in mancanza dei quali non è possibile svolgere l’attività!

Summary
Il Ruolo / Albo Agenti Immobiliari nel 2018: facciamo chiarezza!
Article Name
Il Ruolo / Albo Agenti Immobiliari nel 2018: facciamo chiarezza!
Description
Il ruolo (albo agenti immobiliari) è stato definitivamente abolito il 12 maggio 2012; resta però la necessità ed obbligatorietà dei requisiti professionali (e morali) da segnalare attraverso una SCIA.
Author
Publisher Name
fonteimmobiliare.it
Publisher Logo

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *