COMODATO D’USO GRATUITO IMMOBILE: ASPETTI ED IMPOSTE




comodato uso gratuito immobile
comodato uso gratuito immobile

Prima di trattare nello specifico il comodato d’uso gratuito di un immobile, vediamo di dare una definizione generale del comodato.

L’art. 1803 del Codice Civile definisce il comodato come quel contratto in base al quale una parte detta comodante, consegna all’altra, detta comodatario, una cosa mobile o immobile affichè se ne serva per un tempo o per un uso determinato, assumendo contemporaneamente l’obbligo di restituire il bene ricevuto.

COMODATO D’USO GRATUITO

Il comodato è essenzialmente gratuito e può essere redatto in forma verbale o scritta.
Dalla definizione data in precedenza si deduce che il comodato è sostanzialmente un prestito dove il comodatario acquisisce esclusivamente la detenzione del bene. Per quanto riguarda i beni immobili, questi aspetti, oltre all’imposizione che vedremo, lo differiscono in sostanza dal contratto di locazione.

Il comodante ha solo l’obbligo di rimborsare spese straordinarie eventualmente sostenute dal comodatario e risarcire eventuali danni prodotti da vizi del bene.

Il comodatario invece ha maggiori obblighi; essi riguardano soprattutto la custodia del bene con la diligenza del buon padre di famiglia (salvo il normale deperimento dovuto all’uso) e l’utilizzo per il solo uso convenuto, il fatto di non concedere ad altri il godimento della cosa donata e l’obbligo di restituzione alla scadenza concordata o, in mancanza di scadenza, alla semplice richiesta del comodante.

COMODATO D’USO DI UN IMMOBILE (registrazione e tassazione)

Per quanto riguarda i beni immobili valgono ovviamente tutte le indicazioni illustrate in precedenza, con la differenza che in questo caso, a differenza dei beni mobili, vi sono alcune particolarità aggiuntive.

Il comodato d’uso gratuito di un immobile può essere soggetto a registrazione e di conseguenza a tassazione come i normali contratti di locazione. Questi contratti devono essere registrati nel caso in siano redatti in forma scritta (la registrazione dovrà essere effettuata all’Agenzia delle Entrate entro 20 giorni dalla stipula) o, se stipulati in forma verbale, solo se enunciati in un altro atto sottoposto a registrazione.

Per effettuare la registrazione è necessario presentare:

  • il modello di richiesta di registrazione (modello 69) in duplice copia in cui, come tipologia dell’atto, dovrà essere indicato Contratto di comodato
  • ricevuta del pagamento di 200 euro per l’imposta di registro effettuato con modello F23 (codice tributo 109T).
  • l’imposta di bollo (marca da bollo) avente data di emissione non successiva alla data di stipula. L’importo deve essere di 16 euro ogni 4 facciate scritte e, comunque, ogni 100 righe.

Vi è comunque la facoltà di registrare in ogni caso anche contratti di comodato gratuito di immobili stipulati verbalmente, con l’esclusivo fine di fruire dell’agevolazione IMU/TASI introdotta dalla legge di stabilità 2016 (articolo 1, comma 10, della legge 208/2015).
Questa agevolazione prevede che la base imponibile ai fini IMU/TASI possa essere ridotta del 50% per le unità immobiliari (ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9) concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta, entro il primo grado, che le utilizzano come abitazione principale.
Per usufruire di tale agevolazione è quindi necessario registrare il contratto di comodato
.

Cliccando su questo link potete trovare un modello di un contratto di comodato d’uso gratuito immobiliare.

 

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER! Riceverai in anteprima gli ultimi articoli pubblicati e periodicamente risorse gratuite riguardanti il mondo immobiliare. A presto!

Summary
COMODATO D'USO GRATUITO IMMOBILE: ASPETTI ED IMPOSTE
Article Name
COMODATO D'USO GRATUITO IMMOBILE: ASPETTI ED IMPOSTE
Description
Il comodato d'uso gratuito di un immobile può essere soggetto a registrazione e di conseguenza a tassazione come un normale contratto di locazione, ma con..
Author
Publisher Name
fonteimmobiliare.it
Publisher Logo




Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*