BONUS RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI




BONUS RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE LE AGEVOLAZIONI FISCALI
BONUS RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE LE AGEVOLAZIONI FISCALI

Cosa sono le agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie?

Le agevolazione fiscali sugli interventi di ristrutturazione sugli immobili (disciplinate dall’art. 16-bis del Dpr 917/86 – Testo unico delle imposte sui redditi) consistono, in linea generale, in una detrazione dall’Irpef del 36% delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 48.000 euro per unità immobiliare.

Il decreto legge n. 83/2012 ha però aumentato al 50% la misura della detrazione irpef e a 96.000 euro l’importo massimo di spesa per le spese effettuate dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013

Questi maggiori benefici sono poi stati prorogati più volte da provvedimenti successivi. Attualmente la legge di bilancio 2017 (legge n. 232 dell’11 dicembre 2016) ha prorogato al 31 dicembre 2017 la possibilità di usufruire della maggiore detrazione Irpef (50%), confermando il limite massimo di spesa di 96.000 euro per unità immobiliare.

E’ molto probabile, secondo le ultime notizie di questi giorni, che la detrazione del 50% venga prorogata anche per l’anno 2018!

La stessa legge di bilancio del 2017 ha prorogato anche la detrazione del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), finalizzati all’arredo di immobili oggetto di ristrutturazione. Infine, riguardo alle spese sostenute per interventi di adozione su misure antisismiche, la legge ha previsto, oltre alla proroga delle detrazioni fino al 31 dicembre 2021, nuove e più specifiche regole per poterne usufruire, differenziandole a seconda del risultato ottenuto con l’esecuzione dei lavori, della zona in cui si trova l’immobile e della tipologia di edificio.

Su quali interventi può essere richiesta l’agevolazione del 50%?

Ecco l’elenco completo delle opere per le quali è possibile fare richiesta del “bonus ristrutturazione”:

  • interventi di manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali o sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze;
  • interventi necessari alla ricostruzione o al ripristino dell’immobile danneggiato a seguito di eventi calamitosi;
  • interventi relativi alla realizzazione di autorimesse o posti auto;
  • lavori finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche (ascensori o montacarichi, installazione di strumenti idonei alla mobilità interna ed esterna di portatori di handicap gravi);
  • interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi (cancelli, grate, porte blindate, casseforti, fotocamere collegate a vigilanza privata, ecc..);
  • interventi finalizzati alla cablatura degli edifici e al contenimento dell’inquinamento acustico;
  • interventi effettuati per il conseguimento di risparmi energetici;
  • interventi per l’adozione di misure antisismiche come opere per la messa in sicurezza statica;
  • interventi di bonifica dall’amianto e opere per evitare gli infortuni domestici;
  • riparazione di impianti per la sicurezza domestica (per esempio, la sostituzione del tubo del gas o la riparazione di una presa malfunzionante);
  • installazione di apparecchi di rilevazione di gas;
  • monitoraggio di vetri anti-infortunio;
  • installazone corrimano.

 

Per usufruire della detrazione del 50% prevista dal bonus ristrutturazioni è necessario che i pagamenti dei lavori siano effettuati con bonifico bancario o postale.

 

Chi può richiedere il bonus ristrutturazioni?

Le agevolazioni sulle ristrutturazioni possono essere richieste da tutti i contribuenti soggetti al pagamento dell’Irpef, residenti o non residenti in Italia. 
La detrazione del 50% sull’Irpef può essere richiesta non solo dal proprietario dell’immobile ma anche dal titolare dei diritti di godimento e da coloro che ne sosterranno le spese.

Possono quindi richiedere il bonus:

  • i proprietari o nudi proprietari;
  • i titolari di un diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie);
  • i locatari o comodatari;
  • i soci di cooperative divise e indivise;
  • gli imprenditori individuali (per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce);
  • i soggetti che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali.

Se è stato stipulato un contratto preliminare di compravendita (compromesso), chi si è impegnato all’acquisto dell’immobile può usufruire del bonus se:

  • è stato immesso nel possesso dell’immobile;
  • esegue i lavori di ristrutturazione a proprio carico;
  • è stato regolarmente registrato il compromesso.

 

Il Bonus può essere richiesto anche da chi esegue in proprio i lavori sull’immobile relativamente alle spese sostenute per l’acquisto del materiale.

 

Come fare per richiedere il bonus?

Per richiedere il Bonus ristrutturazioni del 50% sull’irpef, bisogna indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali dell’immobile
Nello specifico, i documenti relativi all’immobile che il contribuente dovrà presentare per la richiesta agli uffici dell’Agenzia delle Entrate sono:

  • domanda di accatastamento;
  • ricevute di pagamento dell’imposta comunale (Ici o Imu);
  • delibera dell’assemblea per l’esecuzione dei lavori (parti comuni edifici residenziali) e tabella della ripartizione delle spese;
  • dichiarazione di consenso all’esecuzione dei lavori;
  • concessioni, autorizzazioni allo svolgimento dei lavori o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà indicante data di inizio dei lavori e compatibilità con le spese ammesse al bonus ristrutturazioni.

 

Fonte: Agenzia delle Entrate e Money.it

Summary
BONUS RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI
Article Name
BONUS RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: LE AGEVOLAZIONI FISCALI
Description
Le agevolazione fiscali sugli interventi di ristrutturazione edilizia consistono attualmente in una detrazione Irpef del 50% delle spese sostenute, fino a..
Author
Publisher Name
fonteimmobiliare.it
Publisher Logo




Be the first to comment

Leave a Reply

Your email address will not be published.


*